Le arti marziali più strane di One Piece

Scritto da : 29 giugno 2017 Nessun Commento

Le arti marziali più strane di One Piece rappresentano uno dei tanti motivi per i quali non puoi fare a meno di appassionarti alla saga che vede Monkey D. Rufy come protagonista: assurde e curiose, finiranno per coinvolgerti e ti faranno venire voglia di conoscerle più da vicino, o addirittura di metterle in pratica.

Le arti marziali più strane di One Piece: il karate degli uomini pesce

Una delle arti marziali più strane di One Piece è di sicuro il karate degli uomini pesce, che si fonda sulla velocità e sulla forza e che è stata inventata – appunto – dagli uomini pesce. Questa tecnica è efficace su qualsiasi persona, dal momento che interviene sulla quantità di acqua che si trova nel corpo umano, ma si rivela più potente se viene usata sott’acqua. A usarla sono Koala, Hody Jones, Kapoty, Jinbe, Kuroobi e Hack: solo sull’isola degli uomini pesce è possibile apprenderla.

Tra le altre arti marziali più strane di One Piece c’è il Bachong Quan, che per la prima volta viene sfoggiata al torneo del Colosseo di Dressrosa dai membri che fanno parte del clan di Chinjao. A usarla non è solo lui, ma anche Sai e Boo, i suoi nipoti. I colpi che ne derivano sono a dir poco devastanti, anche in virtù delle vibrazioni molto potenti che derivano dalle gambe e dai gomiti: basti pensare che grazie a tale tecnica è possibile distruggere perfino le spade, le asce o altre armi. Da non dimenticare, poi, l’arte marziale del balletto, nota anche come Kung Fu Gay: a inventarla sono stati gli abitanti dell’isola di Moimoro, mentre a farne uso sono Emporio Ivankov e Mr. 2 Von Clay. Per impararla, è necessario prima conoscere la danza, e poi apprendere le tecniche del karate.

Le arti marziali più strane di One Piece: Rokushiki

Infine, ecco le Rokushiki, un gruppo di sei tecniche di arti marziali grazie alle quali le consuete capacità umane possono essere trascese. Sono utilizzate da molti personaggi, tra i quali vari membri della Marina e praticamente tutti quelli del CP9, ad eccezione di Spandam. La prima forma delle sei arti è il Soru, in virtù della quale ci si può muovere con tale velocità che si diventa invisibili: tutto merito della potenza delle gambe, che vengono sfruttate per calciare la terra non meno di dieci volte al secondo. E tu da quale arte marziale di One Piece ti lasceresti affascinare?

Commenta anche tu!

commenti