I 5 pirati realmente esistiti di One Piece

Scritto da : 2 dicembre 2017 Nessun Commento

I personaggi di One Piece sono frutto della fantasia di Eiichiro Oda, che però per la loro creazione si è ispirato a pirati realmente esistiti. Alcuni personaggi hanno ereditato il nome, altri il cognome ed altri ancora invece hanno preso spunto da luoghi o importanti battaglie del passato. La cosa curiosa però è che alcuni personaggi, stando almeno dalle descrizioni delle storie e dei manoscritti, caratterialmente somigliano poco o nulla ai pirati che in passato hanno solcato i 7 mari. Non necessariamente i pirati erano tutti cattivi, sanguinolenti ed assassini, anzi alcuni di loro come vedrai avevano un carattere cordiale ed abbastanza malleabile. Non tutti però! Scopriamo i 5 pirati realmente esistiti di One Piece.

I 5 pirati realmente esistiti di One Piece: Barbabianca e Barbanera

Partiamo da due personaggi “icone” di One Piece: Barbabianca e Barbanera. Barbabianca, alias Edward Newgate, è un nome composto. Edward era infatti il nome vero di Barbanera (Edward Teach), mentre Newgate era un carcere che in 700 anni ha ospitato nelle sue galere tantissimi pirati. Barbanera, cioè Marshall D. Teach, è un pirata realmente esistito che come detto si chiamava Edward Teach. Questo terribile pirata portò morte e distruzione lungo le coste degli Stati Uniti tra il XVII ed il XVIII secolo. A differenza però del personaggio di One Piece, si racconta che Barbanera era molto umano nei confronti dei suoi prigionieri. Continua l’elenco dei 5 pirati realmente esistiti in One Piece nell’ultimo paragrafo.

Sady-Chan, Albida e Iena Bellamy

pirati di one piece realmente esistitiTra i 5 pirati realmente esistiti di One Piece c’è Sady-Chan, capo dei guardiani demoniaci, il cui nome è ispirato ad una piratessa di New York dell’800 chiamata “Sadie la Capra”. Il suo buffo soprannome sembra derivare dal fatto che, durante le risse, era solita attaccate i suoi avversari con delle violente capocciate.

Altro personaggio femminile che merita di essere menzionato è Albida, il cui nome è ispirato ad Alwida. Era una principessa danese che rifiutò un matrimonio combinato, e si diede alla fuga riciclandosi come pirata. Si racconta che la sua ciurma era composta quasi esclusivamente da piratesse.

Concludiamo con Iena Bellamy, un personaggio vanitoso, crudele e violento. Il suo nome è ispirato a Samuel Bellamy, che in realtà pur essendo un pirata perseguiva scopi ben più nobili. Per anni fu un incubo per la Royal Navy inglese, che arruolava con la forza i ragazzi di famiglie povere. Per questo motivo fu considerato una sorta di eroe nazionale che combatteva contro i potenti. Si conclude qui l’elenco dei 5 pirati realmente esistiti in One Piece, conosci qualche altro personaggio storico che ha ispirato i disegni del manga giapponese?

Commenta anche tu!

commenti