Viaggi nel tempo One Piece, ecco cosa cambia

Scritto da : 29 ottobre 2018 Nessun Commento

I viaggi nel tempo One Piece rappresentano un concetto introdotto recentemente da Eiichiro Oda, affrontato soprattutto negli ultimi capitoli del manga. Il fumetto attualmente si trova nell’arco narrativo di Wano, dove l’ambientazione è quella del Giappone feudale che rappresenta un passaggio fondamentale della storia. Cappello di Paglia e la sua ciurma dovranno fare i conti con un nemico molto temibile, Kaido dei Quattro Imperatori a capo dei Pirati delle Cento Bestie. Eiichiro Oda nelle ultime puntate del manga ha rivelato ai suoi lettori un potere molto particolare, legato appunto ai viaggi nel tempo. Quali sono le possibili conseguenze di questo nuovo concetto? La storia di One Piece verrà stravolta? Oda ha voluto rispondere ai dubbi dei suoi fan con un nuovo capitolo del manga, in cui spiega cosa sono e come funzionano i viaggi nel tempo One Piece.

Viaggi nel tempo One Piece: si potrà viaggiare solo nel futuro

cappello di paglia one pieceI viaggi nel tempo One Piece si basano su una semplice regola: potranno essere effettuati solo nel futuro, ma non nel passato. Oda ha deciso di introdurre questa “legge” per evitare anacronistici accavallamenti che genererebbero solo caos e confusione. Del resto la storia del manga va avanti da oltre vent’anni, quindi sarebbe facile incappare in paradossi temporali o incongruenze che risalterebbero agli occhi di ogni fan. Il potere del tempo è nelle mani di un personaggio ben noto a Rufy, che vi ha avuto accesso grazie ad un frutto del Diavolo, cioè il Time Time.

Come funziona il frutto del diavolo Time Time

Negli ultimi capitoli Kinemon spiega che lui ed i suoi compagni vengono dal passato, da circa vent’anni fa, e si sono salvati dalla strage del clan Oden grazie alla capacità di viaggiare nel tempo della moglie dell’ex signore di Wano. La donna, grazie al frutto Time Time, è stata in grado di manipolare il tempo viaggiando nel futuro tramite una sorta di flusso temporale. I poteri del frutto vengono spiegati dalla stessa moglie di Oden in un flashback.

La donna ha cercato di salvare il suo clan ad ha affidato il figlio Momonosuke a Kinemon ed al clan Kozuki, per poi spedirli tutti avanti nel tempo di vent’anni. Questo gesto eroico probabilmente le è costato la vita. Secondo una profezia della stessa donna il clan Kozuki si vendicherà dei leader corrotti di Wano. Rufy molto probabilmente avrà un ruolo centrale in questa faccenda.

One Piece in dirittura d’arrivo?

A proposito di tempo Eiichiro Oda ha spiegato in un’intervista di qualche mese fa a Weekly Shonen Jump che One Piece è ormai giunto all’80% del suo percorso. Con la saga di Wano quindi il manga è entrato negli archi narrativi finali. Nel 2012 Oda aveva rivelato che il fumetto era arrivato al 60% del suo percorso, toccando quota 65% nel 2016. I fan però possono stare tranquilli, prima che venga posta la parola fine al manga dovrebbero passare almeno altri 5 anni. Inoltre non è escluso che Oda possa ripensarci ed allungare ulteriormente la storia di One Piece. Molto più difficile invece che venga proposto un sequel, poiché Oda ha spiegato che è poco propenso verso questa idea ritenuta poco fattibile.

Commenta anche tu!

commenti